L'albero delle sette Virtù _ Il kaki

La grande attenzione riservata dalla cultura giapponese al monde della natura ha ispirato molto spesso le opere dei diversi artisti . anche i maestri delle "immagini del mondo fluttuamte "( Ukiyo-è ) si sono lasciati sedurre.. Lo stesso Hokusai si era messo in luce per aver realizzato composizioni con fiori e uccelli su commisioni private dei numerosi circoli poetici di Edo . Anche Hiroshige si è dedicato al tema a partire dal 1832 , Egli fu autore di circa 200 kacho_è ( immagini di fiori e uccelli ) utilizzando il formato lungo e stretto considerato il migliore per questo tipo di soggetto. Tali opere furono destinate dagli editori ( Wakasaya Yoichi; Kawaguchiya Shozo; fujiokaya Hikotaro) alla vendita diretta .
Nonstante ciò riportano a lato composizioni poetiche forse proprio per essere in rivalità con le analoghe composizioni di Hokusai.
L'albero del kaki è una delle piante coltivate da più tempo ,quasi 2000 anni : E' panta considerata subtroicale , ma con opportuni innesti pkakidinagasak.jpguò sopravvivere anche in Italia. Venne descritta dal punto di vista botanico per la prima vota negli anni 80 del XVIII secolo e prese il nome di Diospyros Kaki ( il suo niìome derivato dal greco può essere tradotto " Grano di Zeus " ( Dios è il genitovo del nome di Zeus e Puros eè grano ). Viene anche chiamato Mela d'oriente e anche albero delle sette virtù
Infatti vive a lungo,produce una grande ombra ,sui suoi rami trovano rifugio e cibo vari tipi di volatili , fornisce ottima legan da ardere e restiste ai parassiti. I suoi frutti sono molto richi di betacartene .
Dalla Cina si diffuse rapidamente in Gaippone e in Corea. Oggi è tra i frutti preferiti dei giapponesi . In Europa si diffusero nell'Ottocento . e in Italia le prime coltivazioni intensive vennero realizzate nel 1916 nell'agro nocerino.
L'albero è oggi considerato anche albero della pace : Infatti dopo il bombardamento atomico di Nagasaki un albero di kaki sopravvisse e la forza vitale di questo albero venne letto come un potente messaggio per un mondo di pace . Ancora oggi alcuni semi provenienti da questo albero vengono affidati perchè vengano fatti crescere come segno del sogno di Pace

Il botanico Masayuki Ebinuma, che si era preso cura dell'albero iniziò a prelevare alcuni semi e nel 1994 da questi semi nacque uan seconda generazione di piante e cominciò ad affidare queste nuove pianticelle ai bambini che vistavano il museo sorto a memoria del bombardamento atomicoNell’agosto 1995 per ricordare l’insensato orrore delle guerre nasce il progetto “Revive time – L’albero del cachi”, che cerca genitori adottivi a cui affidare le pianticelle. Questo progetto si è sviluppato in tutto il mondo, iniziando da Nagasaki e proseguendo sino a scuole di varie località giapponesi, per giungere infine ad altri punti della Terra spargendo in tutto il mondo i semi del cachi superstite attraverso la collaborazione di molte, molte persone.Nel 1996 l’artista contemporaneo giapponese Tatsuo Miyajima ideò un progetto per sostenere questa attività come forma d’arte. Venne così formato un gruppo senza fini di lucro, il Comitato Esecutivo del Progetto dell’Albero di cachi “Rinascita del tempo”, che iniziò le sue attività per incoraggiare i bambini in tutto il mondo ad incontrare ed allevare le pianticelle dell’albero di cachi bombardato.Nel 1999 il progetto venne presentato alla 48° Biennale di Venezia, dove le scuole potevano concorrere all’adozione delle piantine che sarebbero cresciute con i bambini come simbolo di pace. Nel 2000 la International Society of Arboriculture dà il proprio patrocinio al progetto.